Per i disabili a Mineo non c’è mai posto – lettera aperta alla cittadinanza

di Grazia Bellino, per l’Osservatorio sulle disabilità a Mineo

2012.04.20 – Facendo seguito alle precedenti denunce pubbliche di episodi gravi successi tante volte a Mineo, anche stavolta scelgo di combattere il silenzio e l’omertà a cui tanti si adeguano spesso per debolezza e scoraggiamento e descrivo qui cosa è successo giovedì 19 aprile, alle ore 19.
Arrivata in P.za Buglio in automobile ho trovato come sempre il posto riservato ai disabili occupato da chi disabile proprio non è, ma forse aspira a diventarlo dati i grandi privilegi come questo del parcheggio che noi disabili abbiamo e che tutti ci invidiano. Un motorino occupa lo spazio, pur segnalato con strisce e cartello; del proprietario nessuna traccia. Si aspetta, si suona il clacson per ottenere qualche risultato, ma nulla succede. Allora un concittadino si prodiga a far intervenire il vigile urbano per mettere a posto le cose.
Quale è la soluzione che il vigile urbano trova? Semplice: secondo lui io devo parcheggiare l’auto nello spazio riservato ai due ruote e il motorino parcheggiato abusivamente può rimanere indisturbato in quel parcheggio al quale – ancora – il proprietario del motorino non ha diritto e che potrà usare solo quando manderanno anche a lui il cartellino di disabile e allora potrà festeggiare, felice della sua nuova condizione.
Faccio allora notare al vigile che questa soluzione è assolutamente sbagliata e che il suo ruolo non è quello di aggiustare le cose alla meno peggio ma di far rispettare le regole che ci sono, dunque lui ha l’obbligo di rilevare la contravvenzione e fare la multa. Se non lo fa, aggiungo, non avrò altra scelta che rivolgermi alle forze dell’ordine per denunciare la sua negligenza evidente.
A questo punto il vigile si arrabbia e mi aggredisce con parole che preferisco non riferire in questa sede ma che sono state ascoltate da vari testimoni. In sostanza mi sfida a denunciarlo e mi comanda con arroganza stupefacente di “farmi i fatti miei”. Subito dopo, forse accortosi che aveva passato ogni misura e che avrebbe potuto avere dei guai seri per il suo comportamento doppiamente indegno, ha finalmente deciso di fare la multa al motorino parcheggiato nel posto riservato ai disabili.
I fatti sopra riferiti sono vergognosi da ogni punto di vista. È inaccettabile che un cittadino, per di più disabile, debba armarsi di coraggio e forza d’animo straordinari per affrontare perfino i pubblici ufficiali che dovrebbero stare dalla parte del più debole e invece in casi come questi mostrano di fare ben altra scelta, per pigrizia o paura di qualcosa.
Va tutto bene così? Abbiamo bisogno di mantenere con lo stipendio pagato da noi chi disprezza i nostri diritti e ormai serve solo a proteggere l’illegalità?
La misura è davvero colma. Dalle istituzioni, purtroppo, per esperienza non mi aspetto nessuna sensibilità e attenzione. Posso solo augurarmi che i miei concittadini di Mineo vogliano mostrarsi più civili e umani di chi dovrebbe dare il buon l’esempio prima di tutti gli altri e invece dà un esempio molto cattivo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...