Lettera aperta al Sindaco di Mineo Giuseppe Castania

di Grazia Bellino, per l’Osservatorio sulle disabilità a Mineo

2012.02.01 – Spett.le Sindaco Castania, Le scrivo questa lettera aperta per informare Lei e tutti i concittadini di Mineo riguardo all’ennesimo episodio – con alcune tristi aggravanti – che ancora una volta testimonia il livello di degrado e decadenza della vita civile in questo nostro paese, con particolare riferimento alla condizione dei disabili e ai loro diritti sempre più calpestati e derisi.
L’episodio in questione è avvenuto nella giornata di ieri martedì 31 gennaio 2012, di mattina, nella centrale P.za Buglio. Arrivata sul posto con l’autovettura munita di apposito contrassegno, verificavo che come al solito i due posti auto riservati alle persone disabili erano occupati da concittadini automobilisti, che ben conosco e che ancora disabili non sono.
Dunque ho suonato con il clacson per richiamare l’attenzione dei suddetti automobilisti, senza però avere successo perché i due, forse nel frattempo divenuti improvvisamente veri disabili con paralisi subitanea agli arti inferiori, non si sono manifestati in alcun modo.
Poco dopo, mentre ero ancora in piazza senza la possibilità di collocare l’auto da nessuna parte, dalla scala del Comune è sceso un vigile urbano, del quale sono pronta a fare il nome nelle sedi opportune. Il vigile mi ha visto, ha visto la situazione e non ha mosso un dito, anzi ha voltato le spalle come se niente fosse e si è allontanato in direzione Porta Adinolfo.
Passato altro tempo, un secondo vigile urbano di nome a me noto è arrivato in Piazza Buglio provenendo da Via Umberto e, quasi fosse d’accordo con il collega o avesse ricevuto precisi ordini sul da farsi, ha ripetuto l’identico comportamento e, rifiutandosi di intervenire come suo preciso dovere, ha continuato la passeggiata mattutina verso luoghi più tranquilli.
Fin qui i fatti, che sono pronta a integrare con altri dettagli rilevanti, con tutti i nomi delle persone coinvolte e con testimoni oculari pronti a confermare la veridicità di quanto affermo.
Sindaco Castania, troppe volte negli ultimi tempi mi sono trovata di fronte alle risposte evasive e insoddisfacenti dei vari funzionari da me interpellati in proposito; sono stanca e non accetto più di essere presa in giro. A questo punto non si può negare una complicità vera e propria tra il cittadino che non rispetta le regole di convivenza e il pubblico ufficiale che ogni giorno viene inutilmente stipendiato per far rispettare suddette regole e invece si sottrae al proprio dovere, dando prova di incoscienza e irresponsabilità, ma anche di una cronica impunità visto che i superiori in grado sono altrettanto assenti.
Questa lettera che Le scrivo è l’ultima dimostrazione della residua fiducia nelle Sue volontà e possibilità di intervenire con autorevolezza e efficacia per rimettere a posto le cose. Le preannuncio già che sono pronta a mettere in atto forme di protesta ben più eclatanti di una lettera aperta come questa e non esiterò un solo istante, se sarò costretta dall’abbandono nel quale ormai si trovano tutti i disabili di Mineo.

Distinti saluti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...